La tua vacanza tra mare e montagna...
La tua vacanza tra mare e montagna...
La tua vacanza tra mare e montagna...
La tua vacanza tra mare e montagna...
La tua vacanza tra mare e montagna...
La tua vacanza tra mare e montagna...
La tua vacanza tra mare e montagna...

Rimani aggiornato

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.
Alta Via dei Monti Liguri: da Ventimiglia a La Spezia...
Ventimiglia
Javascript is required to view this map.

______________________________________________________________________________________________________________

Come ben sai, alla parola Liguria vengono subito associate immagini e “cartoline” scintillanti: le Riviere dei Fiori e delle Palme, le Cinque Terre, i romantici golfi del Tigullio e dei Poeti… Il blu dell’acqua marina, in effetti, è il colore che immediatamente si attaglia a questa regione sottile, tutta protesa verso il Mediterraneo, spalancata sul mare che le ha garantito gloria e ricchezza sin dai tempi delle Repubbliche Marinare. Ma la Liguria non è solo mare. E’ viceversa un territorio di decine di Comuni costieri che trova nelle proprie intrinseche dualità un profondo valore aggiunto: dualità “verticali” quanto ad integrazioni costa-entroterra (quasi il 70% della Liguria è situato oltre i 1.000 metri di altitudine, il 34% è collinare e solo l’1,1% pianeggiante…), dualità “orizzontali” quanto a marcate differenze fra la Riviera di Levante e quella di Ponente. La costa ovest è contraddistinta da baie in concomitanza di foci, da insenature vaste e penetranti che “conformano” spiagge piane, di sabbia e di ciottoli. La costa est ha forme accidentate, con elevate falesie, molto articolate e spezzate da piccoli golfi (con l’eccezione del Tigullio e di La Spezia) o da promontori, meno idonee ad insediamenti abitativi e industriali. Il paesaggio oggi famigliare e turistico, ad ulivi (fasce, muretti a secco, vigne, serre…), a palme, a pini, si deve in realtà ad importazioni dell’uomo romano e del monaco benedettino, in precedenza il territorio era soprattutto un nastro continuo di aranceti e poi di pascoli, che diveniva via via più selvaggio verso l’interno.

Sei dunque a contatto con un habitat particolare, con una geografia cangiante: l’asprezza dei monti impervi si alterna a dolci sorprese (come la piana d’Albenga), la roccia si trasforma qui e là in baia sabbiosa, i golfi ospitano porti sicuri, molte valli si aprono solo a corteggiatori ed esploratori non frettolosi. Ma lo sforzo di andare al di là della facciata, del luogo comune, dello stereotipo, in Liguria è sempre premiato. Un modo singolare ed eccezionale per conoscere tutta, ma proprio tutta, la Liguria è rappresentato dall’Alta Via dei Monti Liguri, percorso di crinale che attraversa sullo spartiacque l’intero arco regionale, da Ventimiglia a La Spezia, 400 chilometri con tappe ben segnalate.

Il percorso è meritatamente inserito all’interno di due itinerari escursionistici europei, l’E-1 e L’E-7. Il primo va da Capo Nord (Svezia) a Capo Passero (Siracusa), il secondo da Lisbona a Costanza, entrambi a pieno titolo inseriti nella “visione” unificatrice dell’Europa.

Il progetto dell’itinerario, molto ambizioso, si sviluppò originariamente in Liguria all’interno del Piano Territoriale Regionale, puntando ad un turismo di tipo “sostenibile”, coerente ad una crescita anche socioeconomica delle aree coinvolte. Nel 1993 il progetto dell’Alta Via dei Monti Liguri divenne compiuta realtà; tuttavia una realtà in continuo mutamento, in progress, anche grazie all’associazione omonima, attiva nel divulgare la conoscenza del percorso e sostenerne lo sviluppo...

 

La Via, estesa – come premesso – per più di quattrocento chilometri, riprende antichi sentieri utilizzati nei secoli per le attività legate soprattutto al commercio e alla pastorizia (ma anche per le fughe dalle incursioni piratesche), ed è uno degli itinerari più affascinanti, se non il più affascinante, che ti puoi regalare durante il soggiorno in Liguria. Sarai infatti immerso totalmente nella natura, su percorsi di diversa difficoltà e lunghezza: montagne, rocce, boschi, silenzi, deliziosi torrenti e laghetti saranno i tuoi compagni di viaggio, fra un segnavia biancorosso e l’altro. Paesaggi che commuovono, e – anche quando meno te lo aspetti – il mare è là all’orizzonte, lontano poche ore di cammino. L’Alta Via dei Monti Liguri, infatti, prevede itinerari diversificabili, alcuni per escursionisti esperti, altri per trekker mediamente allenati, altri infine per “semplici” turisti e famiglie con bambini. Sta a te scegliere: fra coloro che ti hanno preceduto, alcuni hanno affrontato “audacemente” tutto il percorso, altri ne hanno seguito alcuni tratti, altri ancora l’hanno utilizzato solo per brevi escuAffittacamere e Appartamenti Alta Via dei Monti Ligurirsioni giornaliere. L’Alta Via si presenta suddivisa in otto zone, a loro volta frazionate in tappe (le tappe che compongono l’intero cammino sono in totale 43, da due a quattro ore di cammino l’una). Una fitta griglia di sentieri di raccordo permette di immettersi sulla Via praticamente ovunque, rendendola “aperta” in ogni parte del suo tracciato. Sono talora previsti anche collegamenti con i mezzi pubblici – compreso il mitico trenino di Casella presso Genova - , al fine di raggiungere i punti di partenza dei percorsi di raccordo; aumentando la fruibilità e l’accessibilità della Via con un uso dell’auto il più possibile limitato. Non un sentiero, dunque, ma un vero e proprio sistema che collega come una rete le montagne più alte, i passi e i borghi più deliziosi (dall’area di Dolceacqua quasi al confine con la Francia sino alla bassa Val di Vara ad est) e il piacere dello sport all’aria aperta. Per facilitare ulteriormente il percorso sono state selezionate alcune strutture ricettive e rifugi, convenzionati, dove l’escursionista può rifocillarsi, riposare e pianificare la marcia e i Affittacamere e Appartamenti Alta Via dei Monti Ligurimomenti successivi con tranquillità. In Val d’Aveto, per esempio, sono presenti percorsi per lo sci di fondo così come presso il colle di San Bernardo di Mendatica puoi cimentarti con il parapendio. I torrenti sono luoghi ideali per il rafting e il canyoning (dall’imperiese Arroscia sopra Albenga allo spezzino Vara), molti tratti si possono infine percorrere in mountain bike o a cavallo. Tu infòrmati accuratamente, molti posti tappa offrono infatti ospitalità anche all’animale che cavalchi. Prima di concludere e lasciarti alle tue scelte personalissime, ti consigliamo alcuni “pezzi forti”: la tappa 21, dal Passo del Faiallo al Passo del Turchino, con l’imponente Forte Geremia recentemente recuperato.
Dal Passo del Turchino al Passo della Bocchetta (tappe 22-23), e avrai anche il mare a portata di mano. L’impegnativa tappa 33, proprio nel cuore del maestoso Parco Naturale Regionale dell’Aveto. Oppure, ancora, la tappa 43, che dal Valico dei Solini giunge a Ceparana, là dove i fiumi Vara e Magra si uniscono in un paesaggio bucolicamente perfetto, e la Liguria “sfuma” verso la Toscana… Hai già indossato gli scarponi e lo zaino? 

così come presso il colle di San Bernardo di Mendatica puoi cimentarti con il parapendio. I torrenti sono luoghi ideali per il rafting e il canyoning (dall’imperiese Arroscia sopra Albenga allo spezzino Vara), molti tratti si possono infine percorrere in mountain bike o a cavallo. Tu infòrmati accuratamente, molti posti tappa offrono infatti ospitalità anche all’animale che cavalchi. Prima di concludere e lasciarti alle tue scelte personalissime, ti consigliamo alcuni “pezzi forti”: la tappa 21, dal Passo del Faiallo al Passo del Turchino, con l’imponente Forte Geremia recentemente recuperato.
Dal Passo del Turchino al Passo della Bocchetta (tappe 22-23), e avrai anche il mare a portata di mano. L’impegnativa tappa 33, proprio nel cuore del maestoso Parco Naturale Regionale dell’Aveto. Oppure, ancora, la tappa 43, che dal Valico dei Solini giunge a Ceparana, là dove i fiumi Vara e Magra si uniscono in un paesaggio bucolicamente perfetto, e la Liguria “sfuma” verso la Toscana… Hai già indossato gli scarponi e lo zaino? 

Nelle vicinanze (raggio 5 km)

Javascript is required to view this map.