La tua vacanza tra mare e montagna...
La tua vacanza tra mare e montagna...
La tua vacanza tra mare e montagna...
La tua vacanza tra mare e montagna...
La tua vacanza tra mare e montagna...
La tua vacanza tra mare e montagna...
La tua vacanza tra mare e montagna...

Rimani aggiornato

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.
Tovo San Giacomo
Tovo San Giacomo, SV
Javascript is required to view this map.

______________________________________________________________________________________________________________

Tovo San Giacomo è un ameno villaggio di 2.300 abitanti al centro della provincia di Savona, espanso sui corsi dei torrenti Maremola e Bottessano. Dalla collina, traguarda il mare luccicante della Riviera delle Palme ma ti fa respirare i silenzi e i profumi della sua ruralità, dei suoi orti, dei suoi prati. E’ ben raggiungibile sia da Pietra Ligure, sia imboccando da Finale il magnifico valico del Melogno, ben presto curvando a sinistra oltre Gorra, in prossimità del bivio con le segnalazioni. Il suo nome origina dalla parola “tufo”. E’ un luogo di colline e declivi, un dolce saliscendi verde da esplorare in auto, in bicicletta, a piedi lungo i tanti sentieri che collegano case contadine e boschi ombrosi, dove – si dice – in passato…le streghe (le bazure) celebravano i loro riti irrivelabili.

Il territorio, in età feudale, si sottomise a molte dominazioni, sino alla presa della Repubblica di Genova nel 1713, e poi al Trattato di Vienna del 1815 che lo rese infine sabaudo. L’abitato si configura a case sparse, in alto i ruderi del castello medievale su Colle Folchi. Il turismo italiano e straniero, negli anni, vi è giunto con sempre maggior motivazione, Tovo è infatti un paradiso di quiete e di tradizioni a due minuti dal mare, testimonia quella Liguria che devi fare tua nell’unione di coste ed entroterra, di spiagge di culture di enogastronomie (segui la strada del vino e dell’olio, scopri le tante soste golose…).

Nel 1997, presso il palazzo comunale in frazione Bardino Nuovo, è stato creato il “Museo dell’orologio da torre G. B. Bergallo”, il primo in Italia – fra i musei d’impresa – dedicato agli strumenti murari di misurazione del tempo. La collezione, già ricca e con pezzi del ‘600, va continuamente ampliandosi, tanto da imporre la risistemazione della sede che la ospita. Origina segnatamente dall’attività della famiglia Bergallo, lunga tre generazioni, che dal 1860 al 1980 realizzò orologeria monumentale apprezzatissima non solo in Liguria, bensì anche in Lombardia, Emilia, Puglia… Della famiglia è visibile la casa-laboratorio, con alcuni pezzi, lungo la strada che conduce sinuosa a Magliolo.

Nelle vicinanze (raggio 5 km)

Javascript is required to view this map.